PISTACCHIO DI RAFFADALI
Nel romanzo “Blues di mezz’autunno” dello scrittore Santo Piazzese, edito da Sellerio, si racconta che il Pistacchio di Raffadali veniva servito con tartine di pasta sfoglia e mousse salate, presso il bar Edelweiss. Elemento imprescindibile della ricetta dei cannoli ne “Il corvo di pietra” di Marco Steiner o nelle tartine di pasta sfoglia e mousse salate...
FESTA DEL PISTACCHIO DI RAFFADALI
Paola Butticè // settembre 2017

E’ l’oro verde della provincia di Agrigento, in rapida e tumultuosa ascesa nella considerazione di esperti, cuochi, pasticceri e buongustai: è il Pistacchio di Raffadali che in questo centro siciliano ha tradizione secolare, essendovi stato introdotto dagli arabi già prima dell’anno 1000. Raffadali ha storicamente puntato molto sul pistacchio, sia sulla sua produzione che sulla lavorazione e la commercializzazione, diventando un punto di riferimento per tutta la zona.



E’ appena trascorsa la terza edizione (2017) della festa del Pistacchio di Raffadali, sono stati giorni di festa che hanno dato merito alle potenzialità del nostro territorio, generoso per natura ma talvolta sacrificato e dimenticato.
Un’ iniziativa trasversale, capace di creare magiche connessioni, una grande comunità, composta di voci variegate, felici di poter lavorare gomito a gomito, scoprendo nuovi orizzonti di sviluppo economico-sociale.


"L'oro verde" conquista Raffadali: in 20 mila alla grande festa del pistacchio...

Cronache di gusto

Uno scenario perfetto, quello studiato dall’arch. Laura Galvano, originaria di Raffadali, che ha immaginato e realizzato il Percorso del Gusto sotto un intreccio armonioso di luci e colori, una cornice in perfetta sinergia con il percorso degustativo. Così nel rispetto della cucina siciliana, tra tradizione e trasformazione, migliaia di persone, migliaia di sorrisi, hanno partecipato ad un programma ricco di laboratori, show cooking, convegni e musica.
Da Pino Cuttaia, chef due stelle Michelin, che da Licata con la sua cucina, fatta di sapori, memoria ed emozione ha conquistato anche le first lady!
Un evento unico, dallo straordinario successo, che ha rievocato le emozioni della storica passeggiata lungo il Corso Nazionale. In questo modo si è confermato il potenziale dell’enogastronomia come leva dello sviluppo del territorio, promozione delle produzioni alimentari locali e valorizzazione turistica di un piccolo paese nel cuore della Sicilia occidentale, in provincia di Agrigento.